Facebook

elena e valeria - osteria grotta follis - follonicaQui vi proponiamo un originale primo piatto, perfetto per autunno ed inverno, alla cui base c’è un ortaggio particolare che abbiamo nel nostro orto in questo periodo: la senape Mizuna.

La ricetta ci è stata inviata da Elena e Valeria, dell’Osteria “Grotta Follis” di Follonica, che vi invitiamo a conoscere e ringraziamo per il contributo.


Ingredienti per 6 persone e procedimento:

Preparazione delle trofie:

  1. Mescolare 400gr di farina di semola di grano duro, un pizzico di sale, acqua tiepida, da aggiungere poco alla volta, fino a quando l’impasto non diventa omogeneo ed elastico.
  2. Lavorarlo ancora per 10 minuti e lasciarlo riposare per 20 minuti coperto da un telo.
  3. Passato questo tempo dovremo staccare dei piccoli pezzi e strofinarli fra i palmi delle mani formando delle piccole strisce con la tipica forma.
  4. Lasciare ancora le trofie a riposo per 2 ore, coperte da un telo, prima di cuocerle.

Per la crema:

  • 200gr di senape Mizuna verde e rossa
    100gr di gherigli di noce
    40gr di olio evo
    60gr di pecorino
    sale q.b.
  • Pestare o frullare tutti gli ingredienti, la senape Mizuna, le noci, aggiungere a filo l’olio evo e un po’ di acqua di cottura della senape per rendere tutto piu cremoso.

In padella:

  • 300 gr. di senape Mizuma che va sbollentata per pochi minuti in acqua salata.
    Appena tolta va immersa in acqua e ghiaccio per non alterare il colore.
    In seguito scolarla e saltarla in padella con olio evo.
  • Ora tagliare e sbucciare 2 pere a cubetti (kaiser o abate), poi saltarle in padella con una noce di burro.

Ultimi tre passi e poi Buon Appetito 🙂

  1. Mettere la crema ottenuta in padella con un filo d’olio
    Aggiungere la senape saltata e le pere precedentemente lavorate nel burro.
  2. Fate cuocere le trofie in acqua bollente salata, per 5 minuti. Scolate.
  3. Aggiungere alle trofie la crema con la senape e le pere, una manciata di pecorino stagionato e pepe appena macinato. Pronte!

Il piatto si presenta con colori caldi e sapori che sorprendono. Ed è in totale in armonia con quello che ci offre la natura in questo periodo dell’anno.

Trofie con crema di cavolo Mizuna pere e pecorino - piatto finito

Note interessanti sulla senape giapponese Mizuma

La senape Mizuna viene coltivata fin dai tempi antichi in Giappone, dove viene consumata soprattutto saltata nel classico wok.

Ha un sapore tra il cavolo e la senape, in cucina la si puo’ usare per farcire torte salate; si accosta benissimo al salmone, agli scampi, ai formaggi ed alle uova…
(Quando avete poco tempo, vi consigliamo di provare una semplice ma buonissima frittata di mizuna). Oppure al vapore o saltata in padella. Ma è buona consumata anche cruda, in insalata.

Contiene vitamine importanti come  A, C e K.
Ha poche calorie e rafforza il sistema immunitario.
cavolo mizuna

Senape Mizuna biologica Orti di Maremma.

Ti piace? Con 1 click aiuterai questo sito a crescere 🙂 Condividi, grazie!
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
Linkedin
Share on email
Email
Share on print
Print
Share on whatsapp
Whatsapp

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.